campania cosa visitare - certosa di padula panorama esterno 2 (campania what to visit - charterhouse of padula panorama)

La Certosa di Padula e la città di Padula

Scopri le meraviglie della Certosa di Padula, patrimonio Unesco, la spiritualità del suo eremo e della sua fonte battesimale millenaria, ed i suoi particolari musei.

La certosa di Padula

Lo straordinario monastero della Certosa di Padula, uno dei più estesi del mondo con i suoi 51.500 mq, è uno di quei luoghi in gra­do di riconciliare con il genere umano, tra­sformare la misantropia in gratitudine, ritrattare ogni valutazione negativa nei con­fronti dei propri simili. L’inverosimile senso di grandezza suscitato da questa struttura, infatti, è una testimonianza non solo dell’o­pulenza dell’ordine certosino, che ampliò un precedente edificio donato dai Sanseverino di Teggiano nel 1306, ma anche delle capa­cità creative dell’uomo: per quattro secoli, fino alla soppressione napoleonica, ogni li­mite, architettonico ed estetico, fu infranto. Si entra dalla corte esterna, dove i conversi avevano scambi commerciali con l’esterno e la facciata (1718-23) rifulge in tutta la sua barocca eleganza. Dopo la foresteria, con af­freschi settecenteschi, e il rigoroso chiostro (1561) composto da un portico, il loggiato so­vrastante e la fontana al centro, ecco la chiesa che, nonostante le razzie francesi di inizio Ot­tocento, mantiene intatta la sua magnificen­za grazie ai raffinatissimi altari in scagliola e madreperla, e i due cori lignei (dei conver­si e dei monaci), separati dall’iconostasi.

Le meraviglie della Certosa sono innumerevoli: dalla Sala del Tesoro al cimitero antico, dalle cucine spaziose come un lussuoso apparta­mento al Museo Archeologico della Luca­nia Occidentale (che accoglie vasi a figure nere e rosse e urne provenienti da necropoli dei dintorni risalenti al VI secolo a.C.), la vi­sita è un inesauribile alternarsi di spazi all’a­perto e al chiuso, restringimenti e improvvise dilatazioni di linee e prospettive, sentimenti di intimo raccoglimento o di libertà sconfi­nata. Tuttavia, è solo varcando la soglia del­la zona eremitica che si comprende perché il sito sia una tappa obbligata in qualsiasi viag­gio campano: l’immensità del chiostro gran­de, realizzato tra la metà del Seicento e la fi­ne del secolo successivo, e gli ambienti accoglienti delle celle dei monaci (oggi ador­ne di opere di arte contemporanea) legano indissolubilmente il concetto di spiritualità a quello di bellezza, oltre a trasmettere per­fino ai viaggiatori meno interessati la sedu­cente tentazione del ritiro. In fondo, lo scalone ellittico a due rampe conclude l’avvincente percorso.

  • GIORNI DI APERTURA: tutti i giorni tranne martedì
  • ORARI: 9:00-19:00

Foto della Certosa di Padula

L'esterno della Certosa

Lo scalone della Certosa di Padula

La cappella

Altre foto

Cos'altro vedere a Padula

Procedendo in direzione sud, la fiabesca bel­lezza del Vallo raggiunge improvvisamente il suo culmine: il connubio tra dimensioni sconfinate e sontuosità architettoniche del­la celebre Certosa, infatti, sembra scaturire dalla fantasia ispirata di un poeta. E tra musei originali, echi risorgimentali e ameni luo­ghi sacri, Padula ha molto altro da offrire. Scopri la spiritualità di Padula!

Battistero paleocristiano di San Giovanni in Fonte

Battistero paleocristiano del IV secolo d.C., uno dei più antichi battisteri cristiani di tutto l'occidente. La sua unicità è di avere una vasca battesimale dotata di sorgente perenne, permettendo il battesimo per immersione.

  • GIORNI DI APERTURA: tutti i giorni
  • ORARI: sempre aperto

COSTO BIGLIETTO: gratis

Eremo di San Michele a le Grottelle

L'eremo ha origini nel III secolo d.C. quando si diffuse il culto del santo, ma c'è la possibilità che fosse già usato come luogo di culto pagano del dio Attis. Vi sono affreschi del Trecento.

L’Eremo è visitabile solo in occasione della festa annuale che si svolge la terza domenica di giugno, o tutto l’anno su prenotazione. Per visite e informazioni:

  • Alessandro 3483414237
  • Elia 3496353929

Chiedere informazioni

Museo Archeologico Provinciale della Lucania Occidentale

Il Museo raccoglie tutti i reperti trovati nella zona durante gli scavi archeologici. Essi vanno dall'età preistorica all'epoca classica. è localizzato dentro la Certosa

  • GIORNI DI APERTURA: da martedì a domenica. Lunedì chiuso.
  • ORARI: 09:00 - 18:45

 

COSTO BIGLIETTO: incluso nella Certosa

Museo del Cognome

Vorresti scoprire la storia della genealogia tua famiglia? Questo è il posto che fa per te.

  • GIORNI DI APERTURA: da lunedi a venerdi
  • ORARI: 9:30-13 / 15:30-18:30

COSTO BIGLIETTO: chiedere informazioni

Museo Civico

Museo ad alto tasso di multimedialità che racconta la storia di Padula e del territorio, con una specializzazione sul Risorgimento.

  • GIORNI DI APERTURA: aperto su prenotazione
  • ORARI: aperto su prenotazione

COSTO BIGLIETTO: chiedere informazioni

Casa Museo Joe Petrosino

Joe Petrosino visse negli Stati Uniti e fu un anticipatore della lotta contro il crimine organizzato. Nacque in questa casa il 30 agosto 1860, che oggi ne ripercorre la vita attraverso cimeli, arredi originali e ritagli di giornali dell'epoca.

  • GIORNI DI APERTURA: da mercoledì a domenica, o su prenotazione
  • ORARI: 11:00-17:00

COSTO BIGLIETTO: chiedere informazioni

Prenota una visita guidata alla Certosa di Padula

Documentari

Scopri la Certosa di Padula in questi documentari

Don`t copy text!