Introduzione agli stili

Gli elementi decorativi dal barocco all'epoca vittoriana

 

Dalla camera da letto di Gioacchino Murat

Impara a riconoscere lo stile e l'epoca di un mobile o di un soprammobile,semplicemente osservandone lo stile ed i simboli usati nella decorazione.

Barocco / Luigi XIV (1600-1750)

Origini e sviluppo

Nato a Roma per rappresentare la potenza e la ricchezza dello Stato del Vaticano, fiorì alla corte di Luigi XIV a Versailles, ed in seguito si diffuse nei Paesi Bassi ed in Gran Bretagna grazie agli artigiani ugonotti dopo la revoca dell'Editto di Nantes (1685).

Caratteristiche

Aspetto pesante, formale, simmetrico, maestoso ed appariscente, con forme scultoree e tondeggianti. Ricco di elaborati intagli e stucchi, è spesso riccamente decorato a foglia d’oro e materiali preziosi.

 

 

Simboli

Aquile, cornucopie, trofei, putti, cariatidi, frontoni, festoni, piedi a zampa di leone, gambe tornite.

 

 

 

Artisti principali

Andrea Brustolon; Andre-Charles Boulle; Daniel Marot.

Rococò / Luigi XV (1700-1750)

Origini e sviluppo

Nato in Francia come reazione alla formalità barocca, si sviluppò anche grazie alle richieste della clientela femminile. Così nacquero nuovi arredi come, ad esempio, i divani per andare incontro alla nuova esigenza di comodità ed informalità dell’arredo. Tale stile si diffuse presto in tutte Europa ed anche in Nord America.

Caratteristiche

Periodo finale del barocco, rispetto a quest’ultimo risulta leggero, rilassato ed informale, privilegiando la comodità d’uso alla pura teatralità. Largo uso di scene campestri; forme curve; asimmetria; colori pastello; legni di colore chiaro, pattern decorativi, dorature leggere.

 

 

Simboli

Asimmetria, fiori e simboli naturali, volute a forma di lettera C ed S, gamba cabriole ricurva, conchiglie, rocaille, volute, grottesche semplificate, cineserie, singerie (decorazioni con scimmiette).orinzio), intarsi geometrici e architettonici.

 

Artisti principali

Jean Berain I, J. A. Meissonnier, Nicholas Pineau, Pietro Piffetti, T. Chippendale.

Neoclassico / Luigi XVI (1750-1840)

Origini e sviluppo

Nato come reazione alla decorazione eccessiva del rococò, ed influenzato dalla razionalità illuminista. Nato per via dell'interesse verso l'epoca classica greco-romana che originò il Grand Tour, e che aumentò dopo gli scavi di Ercolano (1738) e Pompei (1748). Questo stile è anche chiamato: Luigi XVI, Federale (Nord America), all'Etrusca, Regency ed Impero.

Caratteristiche

Forme razionali e simmetriche che ricordano l'epoca classica greco-romana, e con i bordi dorati.

Simboli

Vasi, urne, chiave greca, arabeschi, palmette, ghirlande, fasci, trofei, grifoni, antemio, sfingi, corone di alloro, ordini architettonici classici (dorico, ionico e corinzio), intarsi geometrici e architettonici.

 

Artisti principali

Robert Adam, G.B. Piranesi, Giuseppe Maggiolini, Adam Weisweiler, Giuseppe Valadier.

Impero (1800-1840)

Origini e sviluppo

Creato dagli architetti Percier e Fontaine, ha un aspetto essenziale ma di impatto, e ha elementi ispirati all’antica Roma ed all’Egitto per esaltare le vittorie di Napoleone.

Caratteristiche

Periodo finale del neoclassico, presenta forme rettilinee rigorosamente classiche, e simboli militari dell’antica Roma. L’intarsio viene ridotto per esaltare la venatura del legno (uso del mogano) e la decorazione è spesso applicata e costituita da bronzo dorato.

Simboli

Foglie di acanto, arabescato, maschere di animali, montanti, delfini, palmette, leoni alati, aquile; simboli egiziani; emblemi di Napoleone (api e lettera N), cigni (emblema di Giuseppina).

 

Artisti principali

Percier e Fontaine, Jacob-Desmalter, P. P. Thomire.

Vittoriano ( 1840-1901)

Origini e sviluppo

Prende il nome dalla Regina Vittoria. L’Esposizione Universale di Londra del 1851 e le successive resero di moda in tutta Europa e Nord America l'interesse per gli stili storici. L’aumento delle ricchezza della classe media incrementò il consumismo e la domanda di prodotti di massa a basso costo.

Caratteristiche

Revival di tutti gli stili precedenti dal Gotico all’Impero. Inizialmente si rispettavano gli stili, poi vennero mischiati enfatizzandone anche le decorazioni e l’appariscenza. Produzione industriale ed in serie, uso di nuovi materiali, lavorazioni a macchina e stampo.

Simboli

Revival, motivi ed elementi di epoche diverse, spesso utilizzati insieme (eclettismo). Mobili con porcellane; imbottitura capitonnè.

Artisti principali

Michael Thonet.

error: Content is protected !!