Tronetto per esposizione eucaristica

blank
  • Categoria: varie
  • Tipo: oggetto liturgico
  • Autore:
  • Anno: 1800-1830
  • Origine: Campania
  • Materiale: legno, oro
  • Tecnica: scultura, doratura
  • Stile: impero (tardo Neoclassico)
  • Dimensioni AxLxP: 122x60x23cm
  • Visibile in:Cappella Palatina, retrostanze

Il tronetto per l’esposizione eucaristica

Il tronetto per l’esposizione eucaristica è una sorta d’edicola, generalmente di legno e sormontata da baldacchino, che viene posta sull’altare per l’esposizione dell’Eucarestia. Pur se non previsto in quasi nessun codice liturgico, lo si utilizzava in occasioni solenni in residenza private molto importanti. L’ostensorio è messo al centro del tronetto, che a sua volta va posto sul tabernacolo, sul gradino più alto dell’altare oppure sul piano. A volte aveva posto fisso sugli altari, altre utilizzato solo durante la messa e poi rimosso.

Il tronetto aveva due forme:

  • Piccolo tempio (chiuso o a giorno) con colonnine, calotta e baldacchino;
  • Edicola con due o più bracci porta candela su cui si espone l’ostensorio su di un piano d’appoggio sopraelevato. In questo caso il tronetto presenta una parete retrostante rivestita di seta, e con una raggiera, una corona o un più elaborato baldacchino, eventualmente retto da angeli.

Era usato nella Cappella Palatina

blank

Descrizione

Il tronetto è in legno dorato in oro foglia , e di dimensioni notevoli. è composto da una base centrale per l’ostensorio, ai lati due angeli su piedistallo che reggono con le mani una grande corona con mantovana sottostante Due angeli poggianti su due parrallelepipedi le cui basi sono arricchite da foglie d’acanto, sorreggono un’imponente corona munita di gloria apicale.

Pur se l’aspetto d’impatto, la presenza dei grandi angeli e la forma della basetta centrale, potrebbero suggerire datazioni barocche, il tronetto è evidentemente neoclassico. L’aspetto simmetrico è tipico di questo periodo, così come le foglie d’acanto. Fosse stato di epoca tardo-barocca, Rococò, sarebbe stato asimmetrico eD, ad esempio, la base della corona non avrebbe avuto quelle fasce decorative con elementi uguali e ripetuti tipicamente neoclassici.

blankRicostruzione del probabile aspetto finale, con aggiunta di ostensorio

Sito non ufficiale della Reggia di Caserta
Don`t copy text!
Torna su