Ricostruzioni virtuali

Idee per progetti di restauro e miglioramento della Reggia di Caserta

 

 

Prima e dopo

Introduzione

La possibilità di ricevere finanziamenti e donazioni, consentirebbe sia di riportare la Reggia ed il Parco all'originario splendore, ma anche di completare entrambi come da progetto originario il quale, per via via della carenza di fondi, non fu mai completato.

Progetti di restauro per la Reggia

Riarredo della sale della Reggia

La Reggia di Caserta ha dovuto subire molte spoliazioni nella sua storia. Nelle immagini sottostanti potete visualizzare una proposta di riarredo che mostra quello che, probabilmente, sarebbe stato l'aspetto fino al 1860, anno della fine del Regno. Sono stati aggiunti:

  • Tavolo con piano in pietre dure attualmente presente nella Sala della Primavera;
  • Tappeto Aubusson del XVIII secolo (non presente nel Palazzo);
  • Vaso Capodimonte della fine del XVIII secolo (non presente nel Palazzo);
  • Vaso impero (proveniente nel Palazzo Reale di Napoli).

Tali sale possono essere riportate all'antico splendore attraverso donazioni o acquisto collettivo di arredi originali, di arredi napoletani e duosciliani ed oggetti col marchio borbonico.

fotomontaggio-arredamento-primaCome si presenta attualmente

fotomontaggio-arredamentoRiarredata con arredi dell'epoca (non presenti nel Palazzo)

odiot-fruttiere-ferdinando-borboneCentrotavola impero eseguiti da J. C. Odiot per Re Ferdinando IV di Borbone vendute in un'asta del 2015

Progetti di completamento per il Parco Reale

Monumento funebre per Luigi Vanvitelli

Tale monumento sarebbe destinato ad accogliere i resti dell'Architetto. Le statue sono quelle attualmente che formano la "Fontana di Caserta" nei giardini del palazzo del Quirinale a Roma, sede del Presidente della Repubblica, ed in passato palazzo reale del re d'Italia.

Tali statue facevano parte di un gruppo scultoreo mai completato, che avrebbe dovuto ornare la parte superiore della fontana di Eolo, ma che poi Carlo Vanvitelli, il figlio dell'Architetto, decise di non fare completare. Tali statue furono prelevate dai Savoia e collocate nel palazzo romano. Se fossero restituite, potrebbero essere utilizzate per creare il monumento funebre di Luigi Vanvitelli, il quale potrebbe essere collocato nella parte centrale del parterre.

Simbologia:

  • la forma squadrata indica la razionalità dell'architettura del Vanvitelli;
  • la statua superiore sembra quasi voglia coprire e proteggere col suo velo le spoglie del Vanvitelli;
  • la statua sulla sinistra ha la mano destra appoggiata al monumento, e lo sguardo è rivolto verso il parco;
  • la statua destra guarda il ritratto del Vanvitelli mentre col dito della mano indica la Reggia.

La "Fontana di Caserta" nei giardini del Quirinale, Roma.La "Fontana di Caserta" nei giardini del Quirinale, Roma.

Progetto virtuale (fotomontaggio) del monumento funebre per Luigi Vanvitelli

Come si presenta attualmente

Con il monumento a Vanvitelli

Ricostruzione della Via d'Acqua e del parterre

Carlo Vanvitelli completò la Reggia ed il Parco dopo la morte del padre Luigi. Per ridurre i tempi ed i costi di costruzione, fu costretto a  ridurre la grandezza del parco, ed il numero delle fontane. Dove ora si vede il grande prato verde, avrebbe dovuto esserci una ulteriore fontana.

  • Per ripristinare l'aspetto completo della cosiddetta "via d'acqua", ma senza fare modifiche strutturali, è possibile come da foto creare due grandi metà fiorite con fiori azzurri a richiamare il colore dell'acqua. Al contorno vasi di fiori a dare movimento come nell'originale parterre del Vanvitelli;
  • è possibile terminare la via d'acqua coi parterre fioriti e vasi da fiore come voleva l'Architetto.

progetto-prato-primaCome si presenta attualmente questa zona della Via d'Acqua

progetto-pratoLa finta via d'acqua

Con i parterre

Condividi: